Anche se l’argomento rimane uguale, questa volta cambia il soggetto perchè ci siamo trovati di fronte a “comportamenti spazzatura”.  Nella mattina del 17 Agosto 2011 sulla spiaggia di Scilla mancava qualcosa: 7  cestini creati grazie al progetto “Spiaggia Amica” che non solo rendevano la spiaggia più pulita ma testimoniavano, dopo tanti sforzi,  la collaborazione tra imprenditori, associazioni, cittadini ed amministrazione. Quasi da copione, non è mancato chi si è ribellato a questo atto di civiltà e collaborazione, fino ad arrivare alla distruzione dei cestini.

Subito dopo l’accaduto scatta l’indagine sul “Mistero dei cestini scomparsi”, come  documenta il nostro amico Domenico Porpiglia “La reazione del personale del comune, dai responsabili dell’ufficio tecnico, sino al responsabile degli operai, è stata univoca: sdegno e preoccupazione insieme all’invito a denunciare l’accaduto, a forze dell’ordine e stampa”. Ma c’è anche chi ha avuto tutt’altra reazione: un giovane addetto alla rimozione dei rifiuti dichiara con una surreale naturalezza di aver distrutto i cestini gettandoli nei compattatori. I membri delle associazioni  hanno cercato di capire l’oscuro “perchè” di questo gesto vandalico ma  la giustificazione è stata che i cestini erano danneggiati e perciò si è arbitrariamente deciso di farli sparire. Ammesso che qualcuno voglia credere a questa versione, chi è l’addetto alla rimozione dei rifiuti per poter prendere tale decisione?

Ma nessuno di noi ci crede perchè vedevamo i nostri cestini quotidianamente, ammiravamo la loro utilità ed apprezzavamo il loro messaggio fino a proteggerli personalmente dai falò di ferrgosto. A questo punto nasce un’altra domanda piena di sdegno: ma chi è questo impiegato per permettersi di calpestare un gesto tanto nobile ? Quali provvedimenti verranno presi nei suoi confronti? Chi ci ridà i nostri cestini?

Abbiamo fatto riecheggiare queste domande sui giornali e sul web ed è arrivata in dono una risposta: un imprenditore di Palmi (Fortebuono srl) si è offerto di regalarci dei cestini di sua produzione  sostenendoci, non solo materialmente ma soprattutto moralmente, nel nostro sforzo per creare un paese più pulito (sia dai rifiuti che dall’ignoranza) . Il gesto del signor Fortebuono dimostra una generosità disinteressata ed un amore per la nostra terra e la sua gente che attenua la nostra delusione e rinnova la nostra fiducia in un futuro migliore.

Per adesso inciviltà e cultura si sono controbilanciate  grazie al generoso intervento del signor Fortebuono.  A lui va doveroso un GRAZIE soprattutto per averci fatto notare che dalle nostre parti c’è anche gente ammirevole. Restiamo in attesa dei suoi prodotti e speriamo che vengano tenuti alla larga dai rapitori di cestini, almeno questo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: